Article image

La pera Nashi e l'effetto antisbronza

Se avete in mente di bere qualche drink più del solito, prima passate al banco della frutta

Prevenire è meglio che curare. Se pensate che la serata possa riservarvi qualche drink più del solito e volete evitare i postumi di una sbronza, beh, prima di uscire dovreste fare un salto dal vostro fruttivendolo di fiducia e cercare la pera Nashi. 

Non è un miracoloso antisbornia - e comunque vi consigliamo un consumo moderato di alcolici - ma questo frutto potrebbe aiutarvi parecchio nel caso i brindisi dovessero essere più di un paio. Un bicchiere di succo di pera Nashi prima di cominciare la serata, infatti, potrebbe essere un ottimo rimedio a nausea e mal di testa, gli effetti collaterali più comuni di un eccesso di alcol.

A mettere in evidenza il ruolo della pera Nashi come possibile antisbronza è stata una ricerca condotta dagli scienziati dell’Agenzia australiana della Scienza “Commonwealth Scientific and Industrial Research Organisation” (CSIRO) e pubblicata nell’articolo “Pre-pear yourself: have we ended the fruitless search for hangover prevention?”(Pre-pera te stesso: abbiamo finito l'infruttuosa ricerca per prevenire i postumi di una sbornia?). 

La ricerca

Il team australiano, guidato dalla professoressa Manny Noakes, ha svolto lo studio su due gruppi di persone. Al primo sono stati fatti bere 220 ml di succo di Nashi prima di cominciare ad assumere alcolici, mentre al secondo è stato somministrato un placebo. Il risultato è stato che nel primo gruppo i postumi della sbornia, tra cui vomito, malessere diffuso e la difficoltà di concentrazione si sono ridotti significativamente rispetto a coloro che avevano assunto il placebo.

Dall’analisi, infatti, è emerso che le molecole contenute nella Nashi agiscono sugli enzimi coinvolti nel metabolismo dell’alcol, accelerandone l’eliminazione o bloccandone l’assorbimento. E’ importante sottolineare che, per lenire gli effetti della sbornia, il consumo del succo di pera asiatica deve precedere la bevuta.

Dallo studio del CSIRO sulla Nashi, poi, è emerso anche che questo frutto abbassa il colesterolo, combatte la stitichezza ed è un buon anti-infiammatorio. 

Come si presenta la pera nashi?

La pera Nashi ha una forma tondeggiante e una polpa croccante e succosa, simile alla mela e per questo è conosciuta anche come la pera-mela. Il sapore, invece, è quello della pera, dolce, fresco e dissetante. La buccia è liscia, di colore bronzato piena di puntini gialli.

Come usare la pera asiatica in cucina

La pera Nashi è ideale per essere mangiata fresca o per preparare torte, confetture e marmellate. 

Una curiosità: in Corea le pere asiatiche, per la loro consistenza e il loro sapore, sono le protagoniste di molti piatti, soprattutto nelle salse per accompagnare la carne alla griglia.