Article image

La pasta alla Norma

La pasta alla Norma è un piatto famosissimo della cucina siciliana costituito da pasta corta al pomodoro, melanzane fritte, ricotta salata e basilico.

La pasta alla Norma è uno dei piatti siciliani più famosi sia in Italia che nel mondo. È un piatto originario della città di Catania e probabilmente dedicato all'opera “Norma” del compositore siciliano Vincenzo Bellini.
Il piatto è costituito da maccheroni, conditi con salsa di pomodoro, melanzane fritte, ricotta salata e basilico.
 

Storia

Esistono almeno due varianti su come è nata la pasta alla norma, ma non sono attestate testimonianze dirette e scritte. Una versione dice il nome alla ricetta fu dato dal commediografo catanese Nino Martoglio, che dinanzi ad un piatto condito secondo questa ricetta avrebbe esclamato "Chista è ‘na vera Norma!", per indicarne il gusto straordinario e paragonandola alla notissima opera di Vincenzo Bellini, compositore catanese a cui era intitolato il teatro della città.
L’altra interpretazione della storia racconta, invece, che la ricetta sarebbe stata creata da uno chef catanese durante i festeggiamenti per la nuova opera lirica di Bellini, la Norma appunto, destinata a diventare in pochissimo tempo il suo più grande capolavoro. Al tempo, infatti, era una prassi comune, negli eventi, creare piatti dedicati agli ospiti d’onore.
Alla pasta alla Norma è stata dedicata anche la Giornata Nazionale della Pasta alla Norma, il 23 settembre, giorno della prematura scomparsa del grande compositore siciliano.
 

Ricetta della pasta alla Norma

Ingredienti (1 porzione)

  • 100 g di maccheroni, che in siciliano indica qualsiasi tipo di pasta corta. (penne,sedanini rigati, rigatoni…)
  • 50 g di melanzane
  • 25 g di ricotta salata
  • 60 g di polpa di pomodoro
  • 15 ml d'olio extra vergine d'oliva
  • 2 foglie di basilico
  • mezzo spicchio d'aglio
  • sale e pepe q.b.

Preparazione

Tagliate la melanzana in fettine di pochi millimetri e friggetele in abbondante olio extravergine d'oliva a 170°. Mano a mano che diventano dorate, scolatele e ponetele sulla carta per fritti in modo che sia assorbito l’olio in eccesso. Nel frattempo, fate bollire l’acqua e cuocete la pasta al dente.Mettete l’olio e l’aglio in una padella, quando quest’ultimo sarà brunito mettete la polpa di pomodoro. Una volta che avrete scolato la pasta aggiungete il basilico e la pasta nella padella del sugo. Al momento di servire mettete una spolverata di ricotta a guarnire il tutto.

Spagna, noci spacciate per nazionali vendute sottocosto

Fepex lancia l'allarme: «Penalizzato un prodotto emergente». Ed è caccia al falso

di Mirko Aldinucci

E stato pubblicato in data 14.12.2020 sul sito del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali il disciplinare di produzione della Indicazione esemp...